sabato 5 novembre 2011

Camere da letto in arte povera



Con il termine “arte povera” si indica un movimento artistico che nasce in opposizione all’arte tradizionale, rifiutandone mezzi e tecniche. Questi artisti utilizzavano solo materiali poveri per le loro opere: terra, legno ed elementi naturali. In questo stile si inseriscono le camere da letto in arte povera, nate dall’idea di esaltare l’elemento principe di ogni camera da letto: il legno. Materiale unico ed elemento fondamentale, le camere da letto in arte povera lo esaltano, lo valorizzano lo mettono in evidenza in mille modi diversi. Un modo per ritornare alle origini, quando l’uomo utilizzava solo pochi materiali nella sua vita quotidiana. Il legno è l’elemento più importante che trova una sua collocazione di primo piano nei colori lucidi o nelle forme essenziali. L’importante è che il re indiscusso degli ambienti arredati in arte povera sia proprio lui: il legno.
Le camere da letto in arte povera quasi sempre sono realizzate con legno scuro: che deve dare idea di un materiale non trattato, al naturale; Il legno diventa stile nelle camere da letto in arte povera.
Ogni azienda produttrice interpreta l’arte povera a suo modo, lasciando intatti alcuni elementi che appartengono alla tradizione ed aggiungendone altri per dare un toco di originalità. Con l’evoluzione del design anche le forme sono cambiate rispetto al passato. E’ un luogo comunque pensare che una camera da letto debba essere necessariamente classica: con opportuni accorgimenti si può trasformare in un arredamento dal sapore moderno con uno stile tradizionale.
Il must è il legno, dicevamo, quasi sempre scuro senza dimenticare il design con forme quasi sempre sobrie e poco ridondanti, anche se non è difficile trovare camere che ricordano un po’ il barocco con armadi e comodini sporgenti.
Per interpretare al meglio lo spirito dell’arte povera bisogna eliminare gli eccessi e lasciare solo gli elementi essenziali. Allora si può spaziare tra una vasta gamma di armadi capienti e molto robusti che ricordano quelli delle nostre nonne. Armadi a quattro o a sei ante che hanno come loro pregio una cosa fondamentale: l’essenza.
Chi opta per le camere da letto in arte povera guarda all’essenziale e non alla forma; ama il “minimo” sfruttato nelle sue massime potenzialità: non elementi ridondanti ma pochi semplici pezzi in forme sobrie e semplici. Ed è per questo che le camere da letto in arte povera si rivelano semplicemente eleganti. Una camera da letto in arte povera è un mix perfetto tra solidità, efficienza, robustezza e naturalezza. E’eleganza allo stato puro.

Nessun commento:

Posta un commento