martedì 14 febbraio 2012

Nascondere un calorifero

Ringrazio gli amici di “Come Arredare Casa” per lo spazio dedicatami e colgo l’occasione per presentare il nostro sito: ArredamentoCasaBlog, che nasce parecchi mesi fa per dare sfogo alla passione che nutriamo per arredare casa. Una casa ben arredata è una casa dove si rientra volentieri dopo il lavoro, dove si passa volentieri il tempo con gli amici, dove si vive bene insomma.

Oggi volevo parlarvi di un complemento d'arredo non molto conosciuto ma sinceramente utile per evitare l'anti-esteticità dei caloriferi.

Un calorifero che ben si pone sul piano della funzionalità può essere brutto alla vista o totalmente fuori luogo sul piano estetico, parlo sopratutto dei vecchi modelli, quando non c'era l'attenzione odierna al design, qui nasce la necessità di nascondere nel miglior modo possibile le brutture.

L'idea di nascondere i caloriferi della propria casa non è di certo nuova ma è una formula che di solito non si prende in considerazione.

Per arredare casa in maniera più elegante invece è una soluzione di facile installazione e particolarmente utile per dare una sembianza che possa ricordare, per fare un esempio esplicativo, l'arredamento scandinavo.

Il copri-calorifero è soluzione comoda e piuttosto economica, nella foto potete vederne un esempio:


Copricalorifero



Nonostante sia facilmente reperibile nei maggiori magazzini che si occupano di arredamento si può anche costruire con un po' di sano bricolage con semplicità. Bisogna tener conto in ogni caso di alcuni accorgimenti basilari ad esempio lasciare la parte anteriore grigliata in quanto il calore deve uscire, per lo stesso motivo consiglio vivamente di utilizzare materiali conduttori di calore, evitiamo il legno appunto.

Un altro pregio di questi complementi è l'estrema duttilità grazie la quale si adattano molto bene a qualsiasi stanza, anche le più differenti tra loro, e risultano utili sia per arredare una taverna che una stanza da letto.

Vi ringrazio

venerdì 10 febbraio 2012

Camere da letto Le Fablier

Per parlare delle camere da letto Le Fablier non si può rinunciare a parlare di favole, come indica lo stesso nome del marchio. Con questo termine, in francese, ci si riferisce infatti alla “raccolta di favole”. Una camera da letto Le Fablier ha il pregio di trasformare ogni istante della vita in un momento bellissimo perché è realizzata con il “cuore”. Il cuore e la chiave sono i simboli del marchio: ad indicare che la passione per il proprio lavoro è la chiave per farlo bene.

Le camere da letto Le Fablier sanno trasmettere proprio questo: calore, armonia e benessere. La storia dell’azienda inizia più di trent’anni fa con l’idea di Michela Barona di fondare un grande gruppo: oggi, proprio come in una favola, è lei l’amministratrice delegata dell’azienda. Le Fablier in trent’anni cresce fino a trasformarsi in un marchio che si distingue per mobili di qualità realizzati con lavorazioni artigianali. Nel 1999 il gruppo ha ottenuto la certificazione europea che attesta quanto Le Fablier sia sempre attenta al miglioramento dei processi produttivi e alla qualità dei suoi prodotti. Tutto è attentamente controllato: materiali, ciclo di produzione, design e ogni minimo dettaglio vengono monitorati al fine di restituire al consumatore un prodotto che si distingua in bellezza e funzionalità Il gruppo ha lavorato con i più grandi designers al fine di realizzare camere da letto funzionali alle diverse esigenze di vita.

Le camere da letto Le Fablier sono assolutamente uniche: la lavorazione di esperti artigiani rendono questi mobili davvero belli. Si tratta di oggetti particolari nati dall’esigenza di coniugare la qualità del legno con un design raffinato e mai banale. Legni chiari o scuri per letti ed armadi di bellezza incomparabile. Ed è proprio questo che emerge guardando le realizzazioni di Le Fablier: la capacità di sfruttare tutte le infinite potenzialità del legno. La produzione Le Fablier offre camere da letto classiche o moderne in versione chiara, lucida o opaca; letti finemente intagliati o in pelle con testiere imbottite. Camere da letto bellissime che sanno coniugare la praticità con l’estrema eleganza. Il cuore e la passione di Le Fablier sono evidenti in ogni pezzo: armadi, letti, comodini. Anche il moderno trova una sua interpretazione nelle camere da letto Le Fablier: forme nuove coniugate con la potenza del legno per un effetto visivo sensazionale.

Le sue collezioni hanno nomi che indicano tutta la particolarità di queste creazioni: Fior di pesca, ciliegi, mosaico, lauro. Le Fablier offre una vasta gamma di creazioni una più bella dell’altra: eleganza, bellezza e qualità caratterizzano le sue camere da letto.

Soluzioni salvaspazio per la cameretta



In cameretta lo spazio non basta mai, spesso si tratta della stanza più piccola della casa, oppure se la famiglia è numerosa bisogna che ci sia posto per due o tre bambini in un solo ambiente. Ecco cosa hanno inventato architetti e arredatori per ovviare i problemi di spazio in cameretta:

Camerette a ponte
Il ponte è l’armadio pensile, posto sopra il letto. Con questo sistema si sfrutta lo spazio del letto in altezza. Quella delle camerette a ponte è la più classica delle soluzioni salvaspazio, ideale per le camerette singole ma applicabile anche alle stanze con due letti. Lo svantaggio ovvio dell’armadio a ponte è che risulta di utilizzo più scomodo rispetto a un’armadiatura tradizionale.

Letti a castello
Il letto a castello consente di avere due letti nello spazio di uno, sfruttando l’altezza della stanza per sovrapporre i due letti. Lo svantaggio di questa soluzione sta nella scomodità di rifare il letto alto. Inoltre se non adeguatamente protetto il letto superiore può essere poco sicuro per bambini piccoli. Per questo si è pensato diverse soluzioni che agevolino la salita al soppalco: invece della scaletta a pioli si può avere una vera e propria pedana con scala a gradini. In questo caso aumenta però l’ingombro del mobile. Interessante in questo il letto a castello scorrevole, dove il movimento permette di risparmiare l’ingombro della pedana.
Una variante del letto a castello sono i letti scorrevoli a estrazione (detti anche letti duetto o a mini castello). Questi hanno il vantaggio di essere più bassi rispetto al tradizionale castello, ma lo svantaggio è che quando si apre il letto inferiore per andare a dormire occupa maggiore spazio.

Letti a scomparsa
Quando gli spazi si fanno davvero stretti possiamo pensare alle soluzioni a scomparsa. Si tratta di letti che con meccanismi a ribalta sono in grado di scomparire nell’arredo, celandosi dentro armadi o altri mobili. Quando il meccanismo è buono, grazie a pistoni a gas che facilitano i movimenti, il mobile letto è accettabile anche per un utilizzo quotidiano, anche se non sarà mai pratico come un letto sempre disponibile. Il letto a scomparsa è utilizzato anche spesso per risolvere i monolocali e per le case di vacanza, dove si può utilizzare per trasformare la zona giorno in zona notte.